Basilica dei Santi Giovanni e Paolo

La basilica dei Ss.Giovanni e Paolo sorge sul colle Celio ed è dedicata ai due ufficiali romani Giovanni e Paolo, ferventi cristiani e vittime della persecuzione dell’imperatore Giuliano l’Apostata che nel 362 d.C. li fece uccidere e seppellire nella loro stessa casa.
Gli scavi sotto la chiesa hanno effettivamente evidenziato due case romane risalenti all’inizio del II secolo, in seguito unificate in un solo edificio.
Nel corso del IV secolo la destinazione d’uso della costruzione cambiò: la presenza di affreschi cristiani e di un altare rivelano la trasformazione dell’ambiente in luogo di culto religioso, forse proprio in conseguenza del martirio e sepoltura dei due ufficiali romani.
Il sito divenne così meta di pellegrinaggio e venerato come luogo sacro.
Soltanto agli inizi del V secolo venne costruita la basilica, che poggiava sugli edifici preesistenti: suddivisa in tre navate, separate da tredici archi, presentava una facciata traforata da cinque arcate.
La basilica non ebbe vita facile: saccheggi, terremoti e devastazione hanno punteggiato la storia dell’edificio.
Nel 1216 i lavori effettuati dal cardinale Cencio Savelli (poi divenuto papa con il nome di Onorio III) portarono alla sopraelevazione del portico ed alla creazione della galleria soprastante e del bellissimo portale cosmatesco, sovrastato da un’aquila ad ali aperte ed affiancato da due leoni, simboli della Chiesa militante.
Nella prima metà del ‘700 un profondo restauro modificò l’interno fino a far perdere ogni traccia dell’antico aspetto paleocristiano, ripristinato soltanto nel restauro avvenuto tra il 1950 ed il 1952 per volontà del cardinale Spellman, arcivescovo di New York.

NON ESITARE
A CONTATTARCI,
SIAMO QUI PER TE.

Per ogni tipo di informazione, esigenza o richiesta particolare saremo lieti di chiarire ogni tuo dubbio e
confrontarci insieme per soddisfare appieno le tue idee.