San Giorgio al Velabro

La chiesa, ubicata nel centro storico della città di Roma, precisamente vicino all’Arco di Giano, non è lontana dal luogo in cui, secondo la leggenda, furono ritrovati Romolo e Remo.
Il nome attribuito alla chiesa è da ricondurre alla zona in cui venne eretto l’edificio, una località all’epoca paludosa chiamata dai Romani Velabrum.
La costruzione risale al VI secolo, la chiesa ha subito diversi restauri nel corso dei secoli, il più pesante dei quali venne realizzato alla triste vicenda che vide la chiesa protagonista, nel 1993, di un attentato: una bomba che fece cadere gran parte del portico antistante la chiesa e danneggiò altre zone della struttura.

Grazie alla maestria di restauratori e professionisti il portico e le altre zone danneggiate sono state interamente ricostruite. Molti i materiali e le decorazioni recuperate, tra cui gli antichi mattoni per le superfici esterne del portico, mentre all’interno sono stati inseriti mattoni nuovi che richiamano quelli esterni.

L’interno, con la classica struttura a tre navate, è però molto particolare: una struttura asimmetria, più stretto nel fondo e più largo sul lato della facciata. Sull’abside troneggia un bellissimo affresco, attribuito da alcuni a Giotto e da altri a Pietro Cavallini.

La chiesa ospita la reliquia della testa di San Giorgio, trasferita qui dalla Cappadocia per volere di papa Zaccaria, in onore del santo a cui la chiesa è dedicata.

NON ESITARE
A CONTATTARCI,
SIAMO QUI PER TE.

Per ogni tipo di informazione, esigenza o richiesta particolare saremo lieti di chiarire ogni tuo dubbio e
confrontarci insieme per soddisfare appieno le tue idee.